In chiusura di questo triennio formativo 2020-2022 decisamente particolare, è ormai tempo di fare qualche bilancio e di guardare avanti e ai prossimi progetti formativi

Per i provider ECM gli ultimi tre anni non sono stati facili. La pandemia ha stravolto il modo di fare formazione e ha condizionato decisamente l’attività dei provider. L’impossibilità di erogare formazione in presenza, nuove direttive Age.na.s. e crescenti preoccupazioni per la fine del triennio formativo e per l’inizio di un nuovo periodo di attività hanno provocato e provocano un livello di stress non indifferente.

Il triennio formativo 2020-2022 sta appunto per concludersi e il prossimo triennio è alle porte con nuove linee guida e obblighi per chi eroga formazione ECM.

In questo articolo Irene Soffiati - ECM Specialist in Different Web - fa chiarezza sul tema, ripercorrendo questi ultimi tre anni di formazione ECM e introducendo alcune novità importanti sul prossimo triennio 2023-2025

La formazione ECM durante la pandemia

pandemia-formazione-ecm

Nella gestione di una pandemia globale difficile per tutti i settori, chi si occupa di formazione accreditata ha dovuto raccogliere la sfida di gestire i corsi in maniera nuova e innovativa.

Per molti è stato il primo passo dal Residenziale verso l’e-learning, la FAD e il mondo di Learning Object e SCORM. Alcuni hanno realizzato per la prima volta eventi di formazione sincrona, prendendo sempre più confidenza con sistemi di videoconferenze come Zoom o GoToWebinar.

Altri ancora si sono trovati a sperimentare in maniera “creativa”,  adattando le modalità di iscrizione e frequentazione dell’evento alle possibilità del momento, con tutta una serie di dubbi sulle fasi di accreditamento, rendicontazione e su eventuali irregolarità segnalate in fase di visite ispettive - derivanti proprio dalla mancanza di indicazioni specifiche di Normativa atte a regolare queste nuove modalità in evoluzione.

Quali sono le novità della normativa ECM per il prossimo triennio?

Ecco che in queste settimane, in attesa dell’insediamento della prossima Commissione ECM, qualche informazione in più sul futuro della formazione accreditata ECM inizia a trapelare.

Age.na.s ha già lasciato intendere infatti che la direzione sarà proprio di un consolidamento di tipologie di eventi definiti “ibridi” in cui i discenti potranno decidere se collegarsi individualmente online all'evento o partecipare in presenza.

Questi eventi, a differenza di oggi, dovrebbero avere una copertura normativa ad hoc e istruzioni differenziate per l’accreditamento e la rendicontazione.

Mentre scriviamo non sono ancora presenti aggiornamenti ufficiali al Manuale Nazionale di Accreditamento, ma è molto probabile che entro la fine dell’anno sia presente qualche indicazione in più.

Altre novità sono invece già state definite, e sono valide per gli eventi in accreditamento per il nuovo triennio 2023-2025. Vediamo insieme quali nei prossimi paragrafi.

Aggiornamento e integrazione nella normativa ECM dei ruoli relativi ai responsabili dell’evento

formazione-ecm

Il ruolo di “Docente” viene integrato in "Docente / Esperto di contenuto FAD e-Learning" - modifica evidentemente frutto del periodo storico recentemente vissuto.

Questa figura comprenderà quindi non  solo coloro i quali si occupano della trasmissione delle conoscenze, ma anche chi prepara progetti, story board e registrazioni utili per l’erogazione di un videocorso e per la valutazione degli apprendimenti. Un’unica dicitura per un ruolo sempre più ricco e completo.
Inoltre i provider potranno riconoscere crediti anche a “Responsabile Scientifico” e “Moderatore” di eventi RES e FAD.

Per maggiori informazioni consigliamo di consultare la delibera completa di Age.na.s.  

Segnalazione di Eventi come “Casi Speciali”

eventi-ibridi-formazione

Gli eventi possono essere segnalati come “Caso speciale” se trattano particolari tematiche già definite da Age.na.s.

Questi dati, trasmessi al CO.GE.A.P.S. dopo l'evento, agevoleranno il controllo crediti dei partecipanti volto al raggiungimento di particolari soglie o di bonus collegati agli anni precedenti. I casi speciali ad ora individuati dalla Commissione sono:

  • Vaccini e strategie vaccinali: categoria che include gli eventi formativi ECM che fanno riferimento all’omonima tematica d’interesse nazionale nell’ambito dell’obiettivo formativo n° 20.
  • Evento in materia di radioprotezione del paziente ex art. 162 del d.lgs 101 del 2020: include gli eventi formativi ECM che trattano l’argomento nell’ambito dell’obiettivo formativo n° 27.

Aggiornamento del tracciato record consuntivo ECM alla v. 1.19

tracciato-xml-agenas

Sono state pubblicate le indicazioni per l’aggiornamento del tracciato XML, ovvero le indicazioni tecniche che permettono agli LMS in grado di gestire anche la rendicontazione dell’evento di poter produrre un file tecnicamente corretto e adatto per essere presentato ad Age.na.s entro i tre mesi successivi alla chiusura dell’evento. All’interno sono presenti tutte le variazioni elencate sopra, quindi la possibilità di segnalare i Casi Speciali, la disponibilità di nuovi Ruoli, ma anche aggiornamenti su Professioni e Discipline.

Per maggiori informazioni, ti consigliamo di approfondire nel documento pubblicato da Age.na.s.

Rimanere aggiornati sulle delibere Age.na.s. è fondamentale

normativa-ecm

I prossimi mesi porteranno altri cambiamenti e sicuramente per chi si occupa di formazione accreditata ECM sarà strategico scegliere partner consapevoli e strumenti aggiornati, per rimanere costantemente informati sulle richieste di Normativa e cogliere tutte le potenzialità formative in arrivo.

Coltivare progetti formativi in linea con la normativa ECM

Erogare formazione ECM di qualità e che rispetti a pieno la normativa ECM e i suoi aggiornamenti non è facile e richiede tempo e risorse se non si hanno gli strumenti giusti.

Soprattutto se si vuole erogare formazione online, è fondamentale individuare una piattaforma LMS adatta alle proprie esigenze e capace di semplificare gli adempimenti alla normativa ECM.

Per questo Different Web ha sviluppato Hippocrates, la piattaforma LMS più scelta dai provider ECM perché:

  • garantisce la conformità alla normativa di riferimento
  • offre molteplici funzionalità che facilitano l’organizzazione dei corsi, dall’inizio alla fine
  • permette di risparmiare tempo e risorse, che possono essere dedicati alla ricerca e allo sviluppo di progetti di crescita per il business del provider ECM

Ti diamo 5+1 motivi per scegliere Hippocrates per la tua formazione ECM. 

Costruisci il tuo progetto formativo ECM insieme a noi

Share This